Piccoli equivoci tra noi animali – L’ombra di Galileo

///Piccoli equivoci tra noi animali – L’ombra di Galileo

Piccoli equivoci tra noi animali – L’ombra di Galileo

Il koala abbracciato all’albero è un tenero pigrone? Sembra piuttosto un animale incapace di sudare, che nel fresco contatto con il tronco trova refrigerio dai 40 °C all’ombra. E il delfino sorride? No, la sua espressione è immutabile, perché non ha i muscoli facciali con cui noi esseri umani esprimiamo le emozioni. Le nostre impressioni sulle altre specie ci traggono facilmente in inganno. Osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. A volte l’intuito e l’eco di un’evoluzione condivisa ci portano nella giusta direzione. Spesso però non ci azzecchiamo e le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale. I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessiSiete pronti per un nuovo incontro de L’Ombra di Galileo? Noi non vediamo l’ora!

“PICCOLI EQUIVOCI TRA NOI ANIMALI” – Siamo sicuri di capirci con le altre specie?

Il koala abbracciato all’albero è un tenero pigrone? Sembra piuttosto un animale incapace di sudare, che nel fresco contatto con il tronco trova refrigerio dai 40 °C all’ombra. E il delfino sorride? No, la sua espressione è immutabile, perché non ha i muscoli facciali con cui noi esseri umani esprimiamo le emozioni. Le nostre impressioni sulle altre specie ci traggono facilmente in inganno.

Osservando gli altri animali diamo per scontato che abbiano esperienze, percezioni, emozioni, pensieri come i nostri. A volte l’intuito e l’eco di un’evoluzione condivisa ci portano nella giusta direzione. Spesso però non ci azzecchiamo e le nostre intuizioni non corrispondono a quello che scoprono gli etologi e i neuroscienziati che studiano il comportamento animale.

I frequenti piccoli equivoci in cui cadiamo sono indizi utili per scoprire i meccanismi che la nostra mente usa per dare un senso a ciò che ci circonda. Studiando gli animali, possiamo conoscere meglio loro e anche noi stessi.

_________________________________________________

Il Prof. Giorgio Vallortigara è un neuroscienziato dell’Università di Trento, prorettore alla ricerca, direttore del Centro Interdipartimentale Mente/Cervello ed autore di numerose pubblicazioni sul comportamento animale e di libri divulgativi.
_________________________________________________
L’incontro sarà come di consueto accompagnato da un buon buffet e da un bicchiere di vino, in un contesto conviviale ed informale. Non mancare!

Ci troviamo in Aula l del Dipartimento di Scienze Chimiche – Disc mercoledì 26 aprile alle ore 19.30.
Ingresso da Via Marzolo 1 o da Via Loredan 6, Padova.

CAPIENZA MASSIMA SALA: 160 POSTI – INGRESSO LIBERO
_________________________________________________

Segnalate la Vs. presenza su Facebook https://www.facebook.com/events/1473522035999351/

_________________________________________________
In collaborazione con Il Sindacato Degli Studenti e Asu Padova

Iniziative finanziate con il contributo dell’Ateneo – Legge n. 429/85

_________________________________________________

2018-06-20T13:10:23+00:00aprile 25th, 2017|Conferenze|Commenti disabilitati su Piccoli equivoci tra noi animali – L’ombra di Galileo